Posts Tagged ‘ meltin pop ’

CONCERTO LIVE 17/01/2014!

venerdì 17 gennaio 2014 – ore 22
@ Circolo Arci Meltin’ Pop – via Roma 80 – Arona (NO)
Associazione Samsara presenta:

CONCERTO LIVE: O (CIRCULAR SIGN) + Pietas



Gli O vengono alla luce nell’aprile del 2010. L’intento musicale della band è quello di proporre un sound che incorpora elementi influenzati da diversi generi musicali considerati “estremi”, quali il grindcore, l’hardcore, il post-metal ed il black-metal, ma senza mai porsi un vero limite alla propria ricerca. 

All’ intensità della musica si affiancano i testi delle canzoni, esistenziali e negativi, posti sempre in rilievo e centrali per comprendere la filosofia degli O.
La prima uscita ufficiale è del gennaio del 2011, con lo split 7” condiviso con la band post-grind italiana Hungry Like Rakovitz. Il disco contiene due pezzi, “Inestinto” e “Come il buio”, mentre viene fatta circolare sul web la track inedita “Speculare”. Il disco è frutto della coproduzione di svariate etichette underground; viene pubblicato in 500 copie tra cui 100 in vinile oro numerate a mano. Nel frattempo si arricchisce l’esperienza «live» degli O che comprende, tra gli altri, concerti con band del calibro di Napalm Death, Unsane, The Secret, Big Business, Forgotten Tomb, Jungbluth, Rorcal…
Nel giugno del 2012 gli O pubblicano, sotto l’etichetta Grindpromotion, il loro primo full-lenght, dal titolo “Il vuoto perfetto”. Il disco comprende nove brani inediti, e viene anticipato dal video musicale di “Non è vivo”, canzone compresa nella track-list dell’album. Il disco viene registrato agli Studio 73 di Ravenna (Extrema, The Secret, Ephel Duath… ), sotto la direzione di Riccardo “Paso” Pasini. 

M – Bass
E – Guitar
N – Guitar
G – Drums
S – Vocals

http://circularsign.tumblr.com/
http://circularsign.bandcamp.com/
http://www.youtube.com/user/MrOband
 


……………………………………………

PIETAS
I pietas nascono nel settembre 2012 da un idea di Tissy e Sem che, dopo aver condiviso il palco insieme con gli ex pioggia acida, decidono di ritornare a dar fastidio con un nuovo progetto insieme. 
Sem conosce Ale dalle superiori e già da un pò di tempo volevano suonare insieme così decide di unirsi a questa folle idea.
Mancava ora solo un batterista con i controcoglioni e di decide di portare alle percussioni Teo che suonò con Sem negli ex u.m.a hc.
Con l’ultimo innesto la formazione può dirsi completa e cominciano così le prove e in pochi mesi si sfornano una decina di pezzi data l’ottima fusione che c’è tra i 4 ignoranti.
Con l’inizio del 2013 si spera in qualche live per constatare la rabbia di questi 4 giovani folli. A fine aprile son susseguite parecchie date tra cui aprire il concerto dei LOW LIFE UK!!
A ottobre 2013 entra come seconda chitarra KIA precedentemente chitarrista degli sdd per dare una nuova botta di energia sonora. Ora stiamo lavorando per realizzare il nostro primo cd ricco di sorprese. STAY FREE STAY IGNORANZA
https://www.facebook.com/pages/PIETAS/239329766197100

Annunci

CENA VEGAN + CONCERTO LIVE + MOSTRA

sabato 21 dicembre 2013
h. 20:00
Circolo Arci Meltin Pop – via Roma 80 Arona (NO)
http://www.meltinpop.it

ci facciamo gli auguri?
…questo è quello che vi regaleremo!

CENA VEGANA NATALIZIA
h 20:00
Con la straordinaria partecipazione di Stefania Ruschetta e Cristina Piccarolo, appassionate di cucina naturale, vegan, da anni organizzano sul territorio piemontese corsi di cucina che privilegiano la stagionalità e la provenienza territoriale rispettando gli animali e l’ambiente.

MENU’:

Il Giardino d’inverno:
*”Tagliatelle” di verdura con pesto al timo
*Tortini di topinambur con copertura croccante ai pomodori secchi
*Tris di creme su pane casereccio
§§§
Colori e profumi per primi:
*Crema di zucca con riso Venere
*Crespelle Saracene ai funghi
§§§
Sostanza e basta:
*Parmigiana di cardi
§§§
Felice serata:
*Delizia di Natale al cioccolato
*Tisana digestiva

COSTO CENA: 15 euro (acqua inclusa, bevande escluse)
PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA: associazione.samsara@gmail.com – 3335731892 – 3484702733
INGRESSO CON TESSERA ARCI (sarà possibile ottenere in loco quella del 2014)

prima e dopo….

CHRISTMAS PARTY!

> h. 18:30
MEGAPOP by RIGO

Nuova mostra collettiva con tutti gli artisti che hanno esposto durante il 2013 sulle pareti della Meltin’Pop Gallery.
……………………………………………………..

> h. 22:00

Mr. BOBCAT & THE YOUTHS
live reggae roots

Roberto Gatti, in arte Mr. Bobcat, incomincia la sua attività artistica nel 2001 presentandosi come interprete vocale nell’ambito della musica black, in particolare della musica Reggae. Lo fa accompagnato dalla “Mr. Bobcat Reggae band”, una formazione di 9 elementi nella più classica line up, che porta su moltissimi palchi in tutta Italia un apprezzato tributo a Robert Nesta Marley, l’artista più significativo e riconosciuto nell’ambito di questo genere musicale.

Dal 2001 al 2007 col tributo a Bob si esibiscono in molti live tra festival all’aperto, locali, circoli e centri sociali, ecc. Alcuni esempi: Cascina Monluè (MI), Festa di Liberazione di Cornaredo (MI), Notte dei Tributi di Biasca (CH), Fiamene festival (VR), Storyville (AR), La Cave di Losanna (CH), Le Scimmie (MI), circolo Frida (MI), La Fabbrica del vapore (MI), C.S.A. Pedro (PD), Baretto del Leoncavallo (MI), C.S.A. Il Molino di Lugano (CH), ecc.

Nel 2007 si interrompe il progetto legato al tributo a Marley, e con alcuni membri della Reggae band avvia un nuovo progetto live basato su un repertorio Classic Reggae rivisitato in chiave Dub, grazie anche alla presenza sul palco di un Dubmaster. Il progetto si chiama “Mr. Bobcat and the Rub-a-Dub style”, la formazione è di 6 elementi e tra il 2007 e il 2009 si muove su parecchi palchi.
Alcuni esempi: Il pane e le rose festival di Gallicano (LU), Open air festival di Palagnedra (CH), Habanera (CN), Bloom di Mezzago (MI), Jameika pub (VR),Live club di Trezzo (MI), ecc.

Dal 2009 al 2012 Mr. Bobcat collabora con vari progetti tra cui:
Progetto “Jamafrica”, un dj set con strumentisti live tra cui Bunna (Africa Unite), Vito Miccolis (Mau mau), Carlos Caldero (Buena vista social club)
Dj set “Vibes agwan”, interviene da vocalist con Bunna e Dj Vale
In Jamaica collabora con Skaya per la produzione di brani propri e originali
Con la “Mamud band”, un ensemble afro-beat composto da 10 elementi che ha appena pubblicato il secondo disco “Afro future funk” coinvolgendolo nella produzione dei due brani “Tangible dream” e “Careful”

Nel maggio 2012 parte il progetto tuttora attivo “Mr. Bobcat and the Youth”, che porta sul palco un repertorio misto di cover Classic Reggae Roots e brani originali composti e arrangiati con la collaborazione di Stone House Productions. La band conta 6 elementi: Sergio Quagliarella alla batteria, Daniele “Stupe” Ferrari al basso, Gabriele “Gaba” Cuti alle percussioni, Riccardo Costanzi alla chitarra, Riccardo Di Paola alle tastiere e ovviamente Roberto “Mr. Bobcat” Gatti alla voce. Da Peter Tosh a Jacob Miller, dai Third World a Dennis Brown, passando naturalmente per Marley, fino ad arrivare ai propri brani originali: questo è il percorso che guida le serate live di un progetto adatto all’ascolto come alle danze, caratterizzato da un suono caldo e vibrante per divertire corpo e mente con consapevolezza.
……………………………………………………..

support sound:

BLACK SHEEP
Arona massive – resident sound

LADY EDITH
lady @ control

CONCERTO LIVE! SQUARTET + DAVIDE MERLINO

Venerdì 20 dicembre 2013 – h22.00
Meltin Pop – via roma 80 – Arona (NO)
http://www.meltinpop.it



Cos’era? Non lo so. Quando non sai cos’è, allora è Jazz[core]. (Alessandro Baricco)

Il jazz core approda a MeltinPop, direttamente da Roma; una band che ridefinirà il vostro concetto di musica.

✶ SQUARTET ✶

Formati a Roma nel 2004, gli Squartet propongono brevi composizioni per tre strumenti in cui la lezione di musica Rock viene riletta alla luce di quei generi cosiddetti “di rottura” apparsi negli ultimi trent’ anni.
La vera missione del trio è superare gli sperimentalismi e ridefinire il concetto di “orecchiabile”, “ballabile”, in ultima analisi “godibile”, attingendo a quell’ universo artistico, più spesso prosaico, che circonda la musica contemporanea.

Il gruppo è composto da Fabiano Marcucci al basso, Manlio Maresca alla chitarra e Marco Di Gasbarro alla batteria, musicisti con esperienze consolidate nel mondo jazzistico (I Mostri, Orchestra Nazionale di Jazz), classico (Orchestra Giovanile di Santa Cecilia), pop/folk (Nada, Antonella Ruggiero, Ardecore, con cui vincono la targa Tenco nel 2007), di avanguardia (Neo, Ay) e teatrale (Aqua Micans Group).

www.jazzcoreinc.org
www.youtube.com/watch?v=-W5eZ32fYGg&list=PL3FE4D7A5EBC86195

✶ DAVIDE MERLINO ✶

Si Laurea nel 2007 in “Strumenti a percussione con specializzazione in didattica” presso il Conservatorio di Novara. Attualmente segue il “Corso di alta formazione jazzistica” tenuto dal M°Ramberto Ciammarughi.
In ambito jazz suona con : Achille Succi, Gaetano Partipilo, Michael Rosen, John B. Arnold, Guido Bombardieri, Luca Gusella, Francesco Pinetti, Brian Quinn, Marco Decimo, Alberto Mandarini, Rudy Migliardi, Gino Zambelli, Dudù Kouate, Miki Nishiyama, Pasquale Mirra, Sabir Mateen, Great Naco Orchestra (Stefano Bosso, Dado Moroni, Rosario Bonaccorso, Alessandra Belloni, Lorenzo Gasperoni, Dado Sezzi).
Con il quartetto nujazz Mu incide per Abeat e suona in importanti festival e contest internazionali.
In ambito classico ha collaborato con : l’Ensemble dei percussionisti del Teatro alla Scala di Milano, l’Orchestra dei Pomeriggi musicali, l’Ensemble dei Virtuosi italiani e con le Orchestre Civiche di Milano, Locarno e Lugano, l’Orchestra accademia e l’Ofsi Svizzera.
In ambito elettronico collabora con il duo di dj Crookers, con il dj dei Royksopp Bjorn Torske e con Bienoise.
Partecipa ad importanti concorsi accedendo alle finali : del “Percussie festival 2002″ ad Amsterdam con i Noiret and the world of percussions, “Perc fest 2008″ con il Merlino acid trio, “Concorso chicco bettinardi 2009″ con i Murdok e nel 2010 vince il primo premio al “Perc fest” con menzione “percussionista creativo” assieme ai Mu.
Riceve recensioni positive per i propri dischi su riviste nazionali : Jazzit, Rumore, Buscadero, Rollingstone, Musicajazz, Drumclub, Drumsetmag; su Ritmi una lunga intervista “Merlino, mago a 4 bacchette” pubblicata nel numero di ottobre 2010 e su Drumsetmag una lunga intervista come leader dei Mu nel numero di aprile 2013.
Suona in “Tons of friends” album dei Crookers, disco applaudito recensito e venduto in tutto il mondo. Con i Mu registra 3 album e un ep “Mu play Crookers” che riceve ottime recensioni in rete e oltre 20.000 download! Inoltre un disco con l’ensemble Zeitgeber pubblicato da Dodicilune e numerose autoproduzioni.
Davide Merlino appare in Top jazz tra i migliori musicisti di jazz del 2011, classifica redatta da 60 critici musicali contattati dalla rivista Musica jazz e in Jazzit award del 2011 e del 2012 tra i 10 migliori vibrafonisti d’italia.
Didatticamente attivo, insegna percussioni presso le Scuole medie Statali e presso i Licei musicali. inoltre dirige l’Orchestra di percussioni Waikiki, un ensemble di 20 elementi, unica realtà italiana di queste dimensioni.
Dal 2010 è endorser per i piatti turchi Diril cymbals, le bacchette svizzere Agner drum sticks e per la Rammerdrum percussions.

CONCERTO LIVE 8/11/2013

Venerdì 8 novembre 2013 – ore 22
@ Circolo Arci Meltin’Pop – via Roma 80 Arona (NO)

CONCERTO LIVE

LE CAPRE A SONAGLI
miglior band AREZZOWAVE Lombardia

La storia de Le Capre a Sonagli comincia nel 2000 quando, con il nome di Mercuryo Cromo, la band bergamasca si fa notare dividendo il palco con Sick Tamburo, Cisco, Zen Circus, Giorgio Canali e molti altri.
Nel 2005 i Mercuryo Cromo pubblicano “Nuovi Colori”, disco di debutto che porta ad una lunga collaborazione con lo studio di registrazione Cifrastudio, a cui segue, nel 2008, il promo “Mercuryo Promo” .
Nel frattempo, il gruppo partecipa a vari concorsi di livello nazionale (Emergenti, Flandrika, Torino sotterranea, Orquestra…) accaparrandosi ottimi riscontri. Tra tutti, da segnalare -nel 2009- la vittoria di Nuovi suoni live grazie alla quale i Mercuryo Cromo ottengono sia la possibilità di aprire il concerto degli Afterhours sul palco del Lazzaretto di Bergamo che quella di tornare in studio (ai Suonovivo di Dario Ravelli) per realizzare il nuovo lavoro, “Tormenta”, masterizzato al Nautilus di Milano con Giovanni Versari.

Nell’estate 2010 la band comincia la stesura di brani inediti, affrancandosi dalle vecchie sonorità per andare verso una maggiore sperimentazione a livello compositivo.
Questo processo si concluderà, nel 2011, con l’abbandono del nome Mercuryo Cromo e la definizione di una nuova identità: quella de Le Capre a Sonagli, appunto.

Il progetto vede la luce ufficialmente il 1° aprile 2011 con la presentazione dell’album “Le Capre a Sonagli” registrato, prodotto e mixato interamente dalla band.
Da allora, Le Capre a Sonagli hanno macinato consensi: dopo la finale dei concorsi Orquestra e Cooper contest, il quartetto vince Nuovi suoni live nell’estate del 2011; apre la data bergamasca degli Asian Dub Foundation e si esibisce in varie feste estive.

Attualmente, Le Capre a Sonagli stanno lavorando per la presentazione e la promozione del secondo lavoro “SAdiCAPRA” (registrato all’Omicron Studio di Capriolo -bs- e nella bat saletta, mixato da Francesco Invernici) che ancor prima di uscire ha ottenuto vari riconoscimenti tra i quali esclusiva streaming integrale sul sito de La Repubblica XL e l’appellativo di “album del giorno” sul sito di RockIt.

Ad aprile 2013 Le Capre a Sonagli vincono la finale regionale del concorso Arezzo Wave 2013 e si preparano a rappresentare la Lombardia sul palco del prestigioso festival che si terrà ad Arezzo tra il 21 ed il 23 giugno.

Sempre ad aprile 2013 esce il loro secondo video CARONTE in esclusiva per RockIt.

https://www.facebook.com/lecapre.asonagliprofilo?fref=ts

 

LOS BORRACHOS
Los Borrachos è un trio elettro-acustico formato da Enrico “Maio” Maiorca alla chitarra acustica, basso e voce, Massimiliano “Massi” Cremona alla chitarra elettroacustica, solista e voce ed il polistrumentista Marco “Kiri” Chierichetti alla sezione ritmica, basso, flauti, armoniche, melodica, cori ecc… Il repertorio è un insieme di successi di diversi generi ed epoche rivisitati e riproposti. La partenza quella del rock acustico standard ma le sfumature e gli arrangiamenti abbracciano una moltitudine di sonorità che spaziano dal desert-rock al blues, al country per arrivare al reggae ed alla canzone italiana. Un percorso musicale e stilistico durante il quale poter imbattersi in Vinicio Capossela, Tom Waits, Johnny Cash e poter vedere ed ascoltare pezzi come “The Number Of The Beast” degli Iron Maiden in versione desert-rock o i Ramones in salsa reggae, i Depeche Mode ed i Guns’n Roses acustici senza tastiere o distorsioni per poi approdare nelle isole caraibiche e tornare in patria accompagnati da Celentano, dai Juda’s Kiss e da qualche pezzo di musica popolare che non guasta mai…….il tutto eseguito, arrangiato e vissuto da tre folli personaggi appartenenti alla realtà della musica indipendente della provincia “Seattleiana” del VCO.
Da ora il repertorio si è arricchito di pezzi scritti dalla band che spaziano dal garage al folk per addentrarsi nel rock desertico ed accarezzare il blues stradaiolo…………..rigorosamente in italiano.
All’attivo un album di cover registrato live nei peggiori bar della provincia di VB “Ubriachezza Molesta live!” ed un LP di pezzi inediti intitolato “Verso Est” in uscita per Settembre 2013.

https://www.facebook.com/losborrachostrio?ref=ts&fref=ts

TRASH NIGHT 02/11/2013

SERATA TRASH by SAMSARA
02/11/2013 dalle ore 20:00 @ Circolo Arci Meltin Pop – via Roma 80 – Arona

TRASH, ‹träš› sostantivo inglese (propriamente «immondizia»), usato in italiano come aggettivo e sostantivo maschile – Caratterizzato da cattivo gusto, volgarità, temi e soggetti scelti volutamente e con compiacimento per attirare il pubblico con quanto è scadente, di bassa lega, di infimo livello culturale: un film, una trasmissione televisiva; per estensione, di cattivo gusto: un arredamento, una scenografia trash.
————————————————————–
*FAGIOLATA dalle 20:00 alle 00:30
3€ a piatto a scelta tra:
ditalini e fagioli / fagioli e peperoni
Condimenti a parte: piccante, formaggio, pane
(prenotazione non necessaria)

*PROIEZIONI VIDEO TRASH su misura


*CONCERTO LIVE:

SHIZUNE
punk screamo da Vicenza
http://shizune.bandcamp.com/

VOLTA
hardcore screamo da Varallo P.
http://thevoltachoir.bandcamp.com/

*DJ SET TRASH:
LADY ELIL DOE
https://www.facebook.com/elil.efrafa
483916_421814351272211_1873738234_n

special guest:
DJ PANACHIEF
598744_4898486983794_1814685441_n

 

 
—————————————————————

Cena a Base di Fagioli + Selezione di Musica Dimenticata + Proiezioni Imbarazzanti = TRASH NIGHT by SAMSARA!

Non Potete Mancarvi!
Ingresso con tessera Arci

CONCERTO LIVE 19/04/2013

HUNGRY LIKE RAKOVITZ
Hungry Like Rakovitz prende il nome da un cannibale erba-dipendente chiamato Daniel Rakowitz (sì, solo che differisce per la “v”).
Nati nell’inverno del 2004 a Bergamo (nord Italia) da Enrico (chitarra) e Lopez (batteria)
Dopo alcuni cambi di line-up, alla fine del 2005 registrano il demo “Become Hungry” con Luciano George Lorusso (ex cantante degli Ephel Duath) alla voce.
Nel corso del 2007, dopo altri cambiamenti (e una pausa di quasi due anni), HLR sono tornati con una nuova e solida line-up, Enrico sempre alla chitarra, Simone (basso), Tiziano (batteria) e Rubens (urla).
Nel febbraio 2008 la band ricomincia a suonare di nuovo dal vivo.
Nel maggio 2009 HLR realizzano di un nuovo EP, “HolymosH” con 13 nuove canzoni.

Nel corso degli ultimi due anni la band ha avuto il piacere di salire su molti palchi in Italia e la possibilità di realizzare un tour in Francia, dividendo il palco con band del calibro di:
FUCK THE FACT (Canada), OLOCAUSTO TOSSICO (USA), SKELETON WITCH (USA), Nesseria (FR), Goatwhore (USA), Wormrot (Malesya), e un sacco di altre grandi band provenienti da tutto il mondo!

I suoni provengono dalla sconsacrata Cleveland HC mescolato con grindcore, riffing thrash e norsk nero misantropia metallo, il tutto in una manciata di secondi.

Sono stati influenzati da: Integrity, Ringworm, Thorns, Cursed, Brutal Truth, Vio-lence, Mi Amore, Pig Destroyer, SxOxB, Crom, Breather Resist, Darkthrone, Hellchild, D.R.I, Knut, 16, Schizo, Curl Up and Die, Converge, Burzum, Bulldozer, Melvins, Sarcofago, Cripple Bastards, Nostromo, Septic Death, Immortal, Conga Fury, e da tantissime altre bands …

Le loro sonorità: te sotto un camion.

Qui la recensione dell’ultimo disco appena uscito.

hungrylikerakovitz.bandcamp.com
myspace.com/hungrylikerakovitz



JESUS AIN’T POLAND
Jesus Ain’t In Poland si sono formati nel 2004 a Modena, Italia.
Nel 2005 hanno trovato una line-up stabile e hanno iniziato a suonare condividendo i palchi di tutto il Nord e Centro Italia.
A partire dal 2008, realizzano un EP autoprodotto “Holobscene” con i loro primi 10 brani.
E’ stato registrato dal vivo, mixato e masterizzato presso lo Studio 73, Ravenna, da Riccardo Pasini, nel novembre 2007.
Un anno dopo si avventurano nel loro primo tour insieme a 2 Minuta Dreka dall’Italia e, calpestano i palchi di tutta l’Europa orientale.
Dopo questa esperienza iniziano a scrivere del nuovo materiale per una nuova release full-lenght, ancora una volta registrazione live, mixing e master presso lo Studio 73 di Riccardo Pasini nel luglio 2011: il seguito di “Freiheit Macht Frei” è stato realizzato il 10 febbraio 2012, promosso e distribuito da Grindpromotion.
A partire dal 2013, hanno avuto la possibilità di suonare al OEF 2013 e al momento stanno programmando un nuovo tour per il periodo estivo.
Purtroppo il nostro bassista ha recentemente lasciato la band dopo 7 anni di impegno e abbiamo deciso di andare avanti come una formazione a tre, concentrandoci sui problemi e gli impegni che vogliamo rispettare.

facebook.com/jaiprocks



LAFORCAH
Significa “La Forca”, più una inutile H.

LAFORCAH
E’ come un fat kick della batteria con una bassline sporca e distorta, overdrive saturazione e campioni vocali grezzi.

Attitudine punk, suoni forti, Inferno electro.

Il progetto è iniziato a Milano, Italia, all’inizio del 2012 da Carlame e Luca Pes.

Carlame ha suonato la batteria per più di 15 anni nella band punk hardcore degli Skuigners e ha preso parte a diversi altri punkrock / grindcore bands, Luca Pes viene dai dopo parties techno electrohouse di un mondo “sintetico”.

Ora entrambi sono nel suono della trash dark electro.

soundcloud.com/laforcah
mixcloud.com/LAFORCAH

SONORIZZAZIONE fase II – 16/02/2013

Sabato 16 febbraio 2013, alle ore 22.30
presso il Circolo Arci Meltin’Pop di via Roma 80 – Arona (NO)
in collaborazione con Ass. Samsara:

SONORIZZAZIONE LIVE DI “BARAKA”
eseguita da ETB OPERAZIONE KINO

IL REGISTA

RON FRICKE

Regista e direttore della fotografia statunitense ha implementato nel suo lavoro la tecnica del time-lapse (la frequenza di cattura di ogni fotogramma è inferiore a quella di riproduzione). Ha partecipato allla lavorazione del film  “Koyaanisqatsi” di Godfrey Reggio come direttore della fotografia ma è diventato famoso per aver realizzato l’esperimento cinematografico “Baraka” (1992). Ha diretto inoltre i film “Chronos” e “Sacred Site”. Nel 2011 è uscito il seguito di “Baraka” intitolato “Samsara”.

IL FILM

BARAKA

Un esperimento di puro cinema, privo di trama, dialoghi, attori e voci narranti. Lavora solo sull’emozione che suscitano i panorami, le immagini, i luoghi immortalati sulla pellicola. Il film è stato girato in 152 luoghi in 24 paesi differenti:  Arabia Saudita, Argentina, Australia, Brasile, Cambogia, Cina, Città del Vaticano, Ecuador, Egitto, Francia, Hong Kong, India, Indonesia, Iran, Israele, Giappone, Kenya, Kuwait, Nepal, Polonia, Tanzania, Thailandia, Turchia, e Stati Uniti. Il regista ha ripreso momenti molto particolari di ogni cultura e situazioni quotidiane, in ambiti religiosi, in luoghi dove la storia ha lasciato un segno indelebile, che siano esse parte della società umana o del corso naturale dei cicli del pianeta Terra.

IL PROGETTO

Baraka, o meglio benedizione. Forse Ron Fricke ha tentato di cercare il significato di tale parola attraverso l’occhio meccanico della macchina da presa, una lente impura e umana, una lente con cui catturare lo spirito di una Terra che ribolle di incomprensibili dissonanze. Dissonanze e infezioni che gli esseri umani hanno innestato tra le radici degli alberi e tra le nuvole che si assiepano sopra le teste degli animali che fuggono le macchine, e di esseri umani che ricercano, come il regista, ancora oggi la benedizione del pianeta, attraverso proprie radici culturali, mantenendo attivi collegamenti spirituali con un passato congelato in una crisalide, mantra continui che si tramutano in movimenti ripetitivi, preghiere al dio macchina della produzione e alla catena di montaggio. Fricke non narra niente, come è puro ciò che incide sulla pellicola, nonostante l’innesto umano, puro è il suo modo di farlo, attraverso il solo non-racconto e le immagini scevre di narrazione, di trama, si affida solo alla magia del montaggio e di un cinema che guarda alle origini e alla magia di un silenzio che oggi, e nel 1992 anno di uscita del “film”, manca in maniera quasi totale, lasciando spazio solo ad un commento musicale originale a cura di Michael Stearns e brani di Dead Can Dance, L. Subramaniam, Ciro Hurtado, Inkuyo, Brother r David Hykes.

A prendere il loro posto in questa occasione è il progetto  “ETB Operazione Kino” formato dal quartetto originale ETB (Fabio-Marco Ferragatta: voce, loops, elettroniche; Eugenio Nicolella: chitarra elettrica, effetti; Emanuele Peluffo: basso, effetti; Marco Massa: batteria, percussioni, samples) con l’aggiunta di Andrea Caniato (chitarra elettrica ed acustica, percussioni). Dal 2009 diverse incarnazioni del combo hanno musicato due altri film: nel 2009 “Il gabinetto del dottor Caligari” di Robert Wiene e nel 2011 “L’uomo con la macchina da presa” di Dziga Vertov.

Al pari di Fricke ricerchiamo attraverso l’impurità della nostra lettura della musica pura di dare corpo a suoni intrinsechi alla non-narrazione, estrapolando diversi momenti di quiete pura tramutandoli in crescendo elettrici, a voler imitare la potenza delle dissonanze presenti nella descrizione del mondo presente nel film, lasciandoci semplicemente trasportare dal flusso delle trasformazioni terrestri, approfondendo alcuni concetti della musica proveniente dalla crisalide spirituale di cui sopra, in bilico tra leitmotiv semi-strutturati e mera improvvisazione, inoculazioni di cellule progressive e tribalismi onirici.

contatti:

etboperazionekino@gmail.it

www.facebook.com/OperazioneKino

canale YouTube: Etb Operazione Kino

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: