Concerto Live 19/10/13: FAST ANIMAL AND SLOW KIDS + EVA’S MILK

CONCERTO LIVE 19/10/2013
@Circolo Arci Meltin’Pop – Via Roma 80 – Arona (NO) – www.meltinpop.it – ore 22 – 5€
Ingresso con tessera Arci

FAST ANIMAL AND SLOW KIDS
http://www.fastanimalsandslowkids.it/

Il progetto “Fast Animals And Slow Kids” nasce a Perugia alla fine del 2007 come una di quelle cose che si fanno per
passare il tempo in inverno.
I quattro personaggi coinvolti (Aimone Romizi, Alessandro Guercini, Alessio Mingoli e Jacopo Gigliotti) vanno ancora al liceo e suonano in band locali. Fanno canzoni in inglese e provano il lunedì sera nella sala prove in cui lavora il
batterista. In questa veste riescono a fare tre concerti ottenendo grandi pacche sulle spalle dai loro amici più cari; uniche presenze a tali eventi.
Alla fine del 2009, finito il liceo ed alle prese con agonizzanti pomeriggi all’università, i quattro decidono di rispolverare con maggiore convinzione i Fast Animals And Slow Kids. Ed è così che arrivano i primi pezzi in italiano, i primi concerti importanti e le prime soddisfazioni.
Registrano il loro primo ep “Questo E’ Un Cioccolatino” (stampato grazie all’aiuto di Luca Benni dell’etichetta umbra “To Lose La Track”) e nel corso del 2010 aprono i concerti a gruppi del calibro di Zen Circus, Il Teatro degli Orrori, Futureheads e Ministri, di passaggio nella loro città. Riescono a partecipare al celebre contest “Italia Wave Love
Festival” e addirittura a vincerlo.
Iniziano i primi minitour “spaccaossa” autogestiti, che li portano, in giro per il Bel Paese (ricordiamo di questo periodo, la memorabile trasferta Catanzaro-Bergamo). Dopo aver conquistato Appino e tutta la famiglia Zen CIrcus , registrano a Febbraio 2011 il loro primo disco intitolato “Cavalli”, prodotto, appunto, da Andrea Appino e pubblicato dall’etichetta Ice For Everyone, di proprietà degli Zen.
Il disco, uscito nel Novembre 2011, forte di un suono “abrasivo”, dovuto principalmente alla registrazione e mixaggio di Giulio Ragno Favero del Il Teatro Degli Orrori, riscuote il successo di critica e pubblico, portando i F.A.S.K. di nuovo in tour, prima a seguito degli stessi Zen Circus, poi da soli, nei migliori locali della penisola e nei migliori festival estivi.
A differenza dei loro primi tour, dietro queste date c’è la professionalità di Locusta Booking ed il lavoro del fonico
Andrea Marmorini ( chitarrista dei seminali La Quiete) che garantisce quel suono granitico che ben conosce chi ha avuto l’occasione di assistere ad un concerto della band perugina.
Nel frattempo, tra un concerto e un altro, i Fast Animals ascoltano tanta nuova musica e lavorano a nuove canzoni.
Realizzano una decina di pezzi e decidono di andare i registrare i provini nella casa vacanze della famiglia di Aimone, di fronte al lago di Montepulciano e a pochi chilometri da quello di Chiusi, al confine tra Umbria e Toscana.
I risultati sono così soddisfacenti da convincere la band a registrare lì il loro nuovo album.
Ed è così che nel Novembre 2012, con Andrea Marmorini e Jacopo Gigliotti alla produzione, apparecchiature prestate
da amici e conoscenti e tante nuove idee, si rinchiudono al Macchione (la casa vacanze della famiglia Romizi), e registrano mattina e sera i pezzi che andranno a comporre il loro secondo album ufficiale: “HYBRIS”.

EVA’S MILK
http://www.evasmilk.com/

Gli Eva’s Milk nascono nel 2002 a Veveri, una frazione di Novara. Originariamente composti da Andrea (Voce e chitarra) e Paolo (Basso), la band prende la line up definitiva con Lorenzo (Batteria) nell’agosto del 2003. Nel dicembre dello stesso anno esce il primo lavoro del gruppo, “Edera Immobile Ep” prodotto dopo soli 4 mesi dalla nascita della band. Un lavoro che rievoca le sonorità degli anni novanta, in particolar modo al sound di Seattle. Cominciano così anche i primi concerti in Piemonte, Lombardia e Liguria e la promozione indipendente di questo lavoro. L’anno seguente, esce “Milkshake Ep” (con un secondo chitarrista che lascerà la band due anni più tardi) che consente alla band di esibirsi su diversi palchi tra cui il Rolling Stone, Il Pistoia Blues Festival, al M.E.I. di Faenza, al Jail, al Giancarlo di Torino. Durante una serie consistente di concerti ( 70 date ) viene alla luce il primo album “Cassandra e il sole che oscura” che porterà alla collaborazione con l’etichetta tedesca Fuego Records di Friedel Muders, un grafico che ha lavorato a parecchi progetti musicali tra cui Guano Apes (con i quali ha vinto un Comet award), Lee Rocker, Dolly Parton, Him. La promozione del disco viene spinta notevolmente attraverso canali internet, radio, webzine con recensione positive anche dall’estero, nonostante il cantato rigorosamente in italiano. Nel 2008 la prima esperienza all’estero con due mini-tour in Francia, in città come Marsiglia, Nizza, Aix en Provence con un’ottima risposta da parte del pubblico.
Il loro secondo album “ZORN” (in uscita ancora per “Fuego Records”),
è un disco dalle sonorità cupe e decadenti, con testi che parlano di disagio e alienazione. Parole crude su ritmi pesanti che ricordano i Queen of the Stone Age.

Annunci
I commenti sono chiusi.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: